timerino, un timer programmabile per ingranditore costruito con il microcontroller Arduino

Oggi vi presento un progetto del quale vado particolarmente fiero, si chiama “timerino

Cos’è Timerino?

Timerino è timer per ingranditore, programmabile ed in grado di lavorare sia in modalità lineare che in modalità geometrica (f/stop) realizzato con il microcontroller Arduino.

Perché vado molto fiero di questo progetto?

Perché è stato realizzato dai ragazzi di analogica.it che con la loro passione e competenza sono riusciti a creare questo fantastico timer per ingranditore che non ha nulla da invidiare ai fratelli maggiori commercializzati sui normali canali di vendita.

Trovate tutta la discussione a questo link :
http://www.analogica.it/upgrade-timer-con-keypad-t6797.html

In questa pagina l’ultima versione aggiornata del software :
http://www.analogica.it/upgrade-timer-con-keypad-t6797-426.html

Continua a leggere

Seconda lotteria di analogica.it – Scommettiamo che … Quando saremo 3.000

Dopo il grande successo della lotteria precedente : scommettiamo-che-quando-saremo-2-000-t3092.html

Parte ufficialmente la seconda lotteria di www.analogica.it per indovinare quando saremo in 3.000 iscritti.

Le regole sono le stesse dell’altra lotteria ovvero :

– Si vota in questo thread fino al 15 Aprile e poi il thread verrà bloccato.
– Fa fede il numero di iscritti alle 24.00 del giorno proposto.
– Si può proporre una sola data.
– Non si può proporre una data già proposta da un altro utente.
– Se non indovinasse nessuno il premio andrà a chi più si è avvicinato per difetto (cioè a chi ha proposto la data precedente più vicina al giorno X)
– Vince chi indovina la data (cit. Lapallisse).

Ci si può iscrivere a questo thread : http://www.analogica.it/scommettiamo-che-quando-saremo-3-000-t7888.html

Continua a leggere

La mostra “MOON” di Andrea Calabresi presso la galleria Maja Arte Contemporanea di Roma

Sono lieto di presentare la mostra “MOON” di Andrea Calabresi, moderatore ed ormai “pilastro” del nostro forum analogica.it, presso la galleria Maja Arte Contemporanea di Roma.

Questo il link all’evento : http://www.majartecontemporanea.com/?l=it&s=m&d=moon

Questo un estratto della presentazione :

In mostra una selezione di 17 fotografie tratte dal nuovo progetto The Upper Half del fotografo Andrea Calabresi.

Continua a leggere

“La costruzione di un progetto fotografico”, Workshop con Tommaso Bonaventura, Alessandro Imbriaco e Fabio Severo

Sono lieto di presentare un interessantissimo workshop dal titolo “La costruzione di un progetto fotografico” con  Tommaso Bonaventura, Alessandro Imbriaco e Fabio Severo.

Tutti gli iscritti che si presenteranno a nome di “analogica.it” avranno diritto ad un prezzo ridotto.

Riporto il loro comunicato stampa, nella speranza di fare cosa gradita a tutti i lettori del blog e del forum.

Buona lettura

Spazio Labo’ inizia il 2014 proponendo una serie di workshop tematici originali e di alto livello, aperti a tutti e condotti da giovani figure di riferimento nella fotografia italiana. 

Tra questi: “La costruzione di un progetto fotografico”, Workshop con Tommaso Bonaventura, Alessandro Imbriaco e Fabio Severo, dal 7 al 9 febbraio 2014.

Continua a leggere

Recensione carte per stampe a contatto

Carte per la stampa a contatto

Piccola recensione

Diego Ranieri aka chromemax

 

Le carte per la stampa a contatto sono una tipologia di carte caratterizzate da una sensibilità molto bassa che le rende adatte alla stampa per contatto dei negativi. Per stampa a contatto non si intende, o almeno non solo, la stampa dei provini ma al procedimento di stampa effettuato mettendo a contatto il negativo con la carta, senza l’ausilio dell’ingranditore, ottenendo così una stampa dello stesso formato del negativo. Per ovvie ragioni per questo procedimento di stampa sono più adatti negativi di grandi dimensioni che permettono di ottenere una stampa finale di dimensioni adeguate, ma anche la stampa a contatto di negativi di medio formato (6×6, 6×7, 6×9) può restituire delle miniature che possono avere un loro fascino e una loro bellezza una volta valorizzate con la giusta montatura. Non essendoci l’ulteriore passaggio dell’immagine attraverso l’obbiettivo dell’ingranditore, e alle relative aberrazioni, e non dovendo essere ingrandita, la nitidezza delle immagini è più alta di quella di qualsiasi altro sistema fotografico, la grana è sempre invisibile e la resa tonale è superiore non dovendo subire il degrado dell’ingrandimento.

Continua a leggere

darkroom locator 3.0 – find and share darkrooms

E’ con gioia ed anche un pizzico di emozione che annuncio il lancio della nuovissima applicazione “darkroom locator 3.0” accessibile al link http://www.darkroomlocator.com

Questa release sostituisce “darkroom locator 2.0” fino ad oggi visibile al link  http://darkroomlocator.analogica.it

Ma cosa è darkroom locator?

Darkroom Locator” è un progetto nato e sviluppato grazie ad analogica.it, la prima community italiana dedicata alla fotografia analogica.

E’ un progetto completamente gratuito, senza scopo di lucro e realizzato con le più moderne e performanti tecnologie ad oggi disponibili.

Obiettivo del progetto è quello di facilitare ed incentivare l’incontro tra fotografi professionisti o amatori privi di camera oscura ed appassionati di fotografia analogica in possesso di una camera oscura (in garage, in cantina, in soffitta, in bagno, commerciale, …)

Continua a leggere

Diapositive in bianco e nero.

Con questo breve articolo intendo dare le basi pratiche per ottenere diapositive in bianco e nero partendo da una comune pellicola.

In rete esistono ovviamente già diversi articoli in merito, ma nessuno tratta l’argomento come piace a me; lo stesso Ghedina nel suo fotoricettario, tratta l’inversione in modo conciso senza approfondire le questioni tecniche, accennando l’uso di determinati prodotti ma senza ulteriori spiegazioni. Se per un esperto queste nozioni sono superflue, per chi inizia, affascinato dalla forza emotiva di una diapositiva in bianco e nero, le variabili sono tante e ci si può letteralmente perdere nel procedimento, sprecando materiali e tempo senza arrivare ad un risultato certo e ripetibile.

Continua a leggere